Credo che non si possa misurare la propria vita con il metro del lavoro: ma al tempo stesso credo che se nel lavoro non mettiamo anche un po' della nostra vita, non saremo mai in grado di fare la differenza. Cerco di ascoltare la storia di ogni persona con cui vengo a contatto, perché nessuna interazione si svolge in una sola direzione: un formatore non potrà mai avere una ricetta adatta per tutti, ma potrà trovare quella giusta per chi ha di fronte a sé.

CONTRIBUTI