Scarica il PDF e leggi l'articolo anche offline.
Verrai automaticamente iscritto alla newsletter.
Ti invieremo le nostre comunicazioni ogni quindici giorni.

Il sequestro emotivo dell’amigdala

Download PDF

 

Le emozioni sono una risorsa fondamentale, quasi sempre utile e benefica. Ma non sempre.

Quando siamo in seria difficoltà, l’amigdala, la struttura neuronale del nostro cervello che agisce come una sentinella, riconosce il disagio e innesca il panico nel cervello, inondandolo da ormoni dello stress, in particolare dal cortisolo, che sequestrano il corpo e le sue azioni, impedendoci di attivare una reazione razionale e soprattutto appropriata ad affrontare nel modo più efficace quel che stiamo vivendo.

La testata di Aldo è un esempio di “sequestro emotivo” da parte dell’amigdala, archivio della memoria emotiva del nostro cervello. L’attivazione della nostra risposta emotiva impone alla nostra mente soluzioni ispirate da due strategie: attacco, ovvero aggressione verso la fonte timore, o fuga, sottrazione. Una reazione che avviene rapidamente.

Solo la capacità di autocontrollo, generata dall’area cerebrale della corteccia prefrontale, può tenere sotto controllo la strategia di sopravvivenza primitiva e istintiva dell’amigdala. E’ la capacità di veto e forza di volontà dei lobi prefrontali che possono guidare e indirizza il dispositivo dell’amigdala, impendendole di prevaricarci con le sue reazioni.

Il circuito inibitorio fra il lobo prefrontale e l’amigdala è alla base delle capacità di essere padroni di se stessi.

 

There are currently no comments.